Skip to main content
Il servizio

VIDEO 8. Teniamola “all’oscuro”

By 2020-03-03Marzo 12th, 2020No Comments

VIDEO 8. Teniamola “all’oscuro”

Trascrizione

“Beh Giacomo, ti va dato il merito di aver preparato tante buone cose da mangiare”
“Si Giacomo, oggi ti sei proprio dato da fare”
“Ah a proposito, sapete chi ho incontrato? Sonia!”
“Sonia!”

“ma chi è Sonia?”
“Come sta? È un sacco che non la vedo”
“Sta bene, sta bene. Anzi, ha appena comprato casa. E infatti ci siamo incontrati per festeggiare questo evento”
“Dai, non sapevo questa cosa della casa. Bello! Dove siete andati?”
“lasciamo perdere dove siamo andati. Un locale nuovo, appena aperto in centro. Ho ordinato un cocktail, che è stato fatto malissimo tra l’altro. Allora ho ripiegato su una birra per andare sul sicuro… ma era pessima anche quella”
“Scusa Paolo, ma com’è possibile che un bar appena aperto serva una birra scadente però?”
“Beh sai le ragioni son tante. Un po’ di inesperienza… magari basta conservarla male per farla diventare un prodotto disgustoso”
“Io di solito la birra la tengo giù in cantina. Poi quando la voglio bere mi porto qualche birra e me la tengo in frigo per qualche ora”
“Corretto. L’importante è non fargli prendere luce diretta. Perché sapete, basta mezza giornata, qualche ora un po’ esposta e si rischia di formarsi all’interno il gusto luce o skunky”
“che cos’è questa?”
“Skunky. Come puzzola?”
“Skunky. Come puzzola, si si. Pensa che bastano poche ore di contatto luce e si forma questa sostanza di zolfo all’interno, simile al secreto della puzzola”
“La birra puzzolosa! Direi che non è proprio il massimo!”
“No, per niente! Ma è per quello quindi che usano le bottiglie scure?”
“Corretto. Il vetro scuro aiuta a evitare il contatto della luce diretto. Ma provate. Provate a lasciare una bottiglia un paio d’ore esposta…”
“MI fido!”
“ho già dato!”
“Basta un paio d’ore, poi l’aprite e assaggiatela!”
“Lasciamo stare le puzzole. Mangiamo qualcosa che è meglio”
Leggi tutto